vai al contenuto Lions Club - Colorno
Home page

Lions Club Colorno La Reggia

Ti trovi in: Home page News

IL SALUTO DI CHIUSURA DEL PRESIDENTE


 

press

28.06.2013


 IL SALUTO DI CHIUSURA DELL'ANNO LIONISTICO 2012/2013  DEL PRESIDENTE USCENTE ANGELO PIZZI
"Non voglio parlare di ciò che abbiamo fatto nel passato perchè sarebbe corogiolarsi al sole mentre in realtà il nostro lavoro deve essere sempre una "escalation". 
Non voglio parlare del futuro perchè ciò compete al nuovo Presidente, e allora...visti stasera qui presenti, oltre ai consueti Soci anche tanti ospiti, vorrei spendere due parole sul lionismo.
Il lionismo è volto a realizzareprogetti che, nel soddisfare i bisogni umani e ne favorire la pace e promuovere la la comprensione internazionale, ha come obbiettivo la realizzazione di una collettività migliore, in quanto nella Società è diffuso l'individualismo, la sopraffazione, il trasformismo, il proprio tornaconto e il prevalere dell'apparire sull'essere.
Condizione imperante di Melvin Jones, fondatore del Lions, è che l'egoismo deve essere sostituito con l'altruismo e che i Lions sono sempre chiamati e oggi più che mai, a promuovere stagioni di nuova solidarietà, e mettere in primo piano la cultura e l'etica comportamentale, perchè solo la cultura fa diventare l'individuo cittadino del mondo e senza contrapposizione alcuna.
Non fraintendetemi: cultura non come acquisizione di nozioni, ma come insieme di comportamenti da tenere nella vita associativa cge deve essere caratterizzata dal rispetto reciproco, dal rispetto per le tradizioni, dal coraggio di sostenere le proprie idee nell'ottica dell'etica lionistica, dal desiderio di contribuire alle scelte e dalla volontà di prendere decisioni comuni.
La partecipazione alla vita del Club richiede passione, ottimismo, entusiasmo, sentimenti e comportamenti contagiosi per l'amore delle cose che facciamo, affinchè anche gli altri le possano amare.
Ma sopratutto cio' ched eve essere nel cuore di un Lions è l'umiltà, perciò:
- guai a chi raggiunta la cima della montagna più alta pensa di poter toccare il cielo allungando il braccio: perderebbe lequilibrio e cadrebbe dalla parte opposto;
- guai a chi critica soltanto e non autocritica perchè sovvertendo gli ordini dei fattori disfa con l'intendo di creare;
- guai a colui che pensa di essere indispoensabile o possa pensare di essere la sola colonna di dura pietra su cui debba poggiarsi il mondo: sarebbe una inevitabile autoimplosione, sarebbe la vanificazione della nostra "mission" e il crollo di ogni etica comportamentale; sarebbe il disconoscere l'uniltà che deve essere alla base del nostro agire;
- si può essere indine tradizionalisti anche nell'innovazione, ma non innovatori senza il supporto della tradizione.
E inoltre, con il rispetto delle idee altrui che valorizza la personalità umana, si dà vita alla cultura associativa che si basa, sempre, su quella virtù fondamentale che è l'umiltà.
Il modo autoritario, pressapochista e teorico, non è confacente alla vita lionistica, non può definirsi positivo e non diventa motivo di emulazione.
Emulare non vuol dire rimpiangere il passato, ma migliorarlo in quanto anche se nulla è ripetibile, si è sempre poiettati a raggiungere maggiori emozioni, maggiori risultati e maggiore gioia.
Ce lo ricorda il "Phanta Rei" di Eraclito: tutto scorre, noi non siamo mai gli stessi, però, rimanere fermi e non accettare le sfide che la società ci offre, significa solo farsi del male, significa avviarsi verso il declino.
Lo spirito lionistico deve insegnare che l'orgoglio delle belle cose realizzate deve essere solo un trampolino di lancio per farne delle migliori.
Facciamo tesoro di queste parole."

Vicomero (PR), 28 Giugno 2013

 


Eventi

SERATA DI CHIUSURA DELL'ANNO LIONISTICO 2019/2020

SERATA DI CHIUSURA DELL'ANNO LIONISTICO 2019/2020

Il nostro LIons Club ha festeggiato la chiusura dell'anno lionistico 2019/2020, con un convivio all'Agriturismo "Antica Torre" in Cangelasio (PR).

Vai al dettaglio

Piede di pagina


Copyright 2011 ©: Lions Club - Colorno